Web Services. Gli standard attuali definiscono tutto ma non lo strato necessario per garantire la sicurezza. Non che manchino le possibili soluzioni, ma manca un accordo su quale sceglire e usare. Il risultato è che ogni applicazione seria che usi SOAP e abbia requisiti minimi di sicurezza, deve essere codificata a mano, nonostante le promesse di facile interoperabilità di SOAP.
Microsoft, IBM, Bea e altri hanno formato un consorzio, chiamato WS-I per risolvere il problema. Ecco la prima specifica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...