O’Reilly Network: Code-Generation Techniques for Java: “Working in Java either means writing a little bit of complex code or writing a lot of gruntwork code. J2EE is a prime example; implementing the persistence for a single database table takes five classes and two interfaces using EJBs, and almost all of the classes are clerical work. We have to write them, but we don’t have to do it by hand. Code-generation techniques can make building high-quality EJB code a breeze.”
Prima la promessa era il CASE, poi la modellazione. La generazione di codice è sempre affascinante, chi ama scrivere il codice è sempre diffidente verso questi generatori, a meno che il generatore non sia scritto da noi🙂.
Questo articolo è una summa interessante di quello che c’è in giro in termini di generazione del codice. Ci sono parecchi link interessanti a prodotti.
Un approccio interessante è quello di partire da un modello UML esportato in formato XMI. Questo ha il vantaggio che non bisogna neanche sprecarsi più di tanto con l’interfaccia utente: l’utente usa il tool di disegno UML come interfaccia utente.
Ci sono diversi prodotti, anche open source come AndroMDA, l’articolo di Herrington ha anche altri riferimenti.
Però il formato XMI è un dramma.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...