La donna è un mobile

… e i mobili – si sa – finiscono sulle barricate

Una ragazza iraniana durante le proteste scatenate dalle ultime elezioni.

Una ragazza iraniana durante le proteste scatenate dalle ultime elezioni.

C’è qualcosa di intrigante nella contemporaneità di un’agitazione politica con le donne in prima linea nella teocrazia più chiusa del medio oriente e le dichiarazioni femministe di un leader arabo, anche se uno dei meno ortodossi.

Iil leader libico ha affermato che le donne vengono usate “come mobilio nei Paesi arabi”, auspicando una “rivoluzione rosa, che si innesti su una rivoluzione culturale che permetta alle donne di non essere più oggetti”. (Repubblica)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...