Fuori dalla finestra dentro dalla porta

Fuori dalla porta dentro dalla finestra

Fuori dalla porta dentro dalla finestra

Bello, bellissimo il cartello creato dalla Fondazione Daje. Molto simpatico, ma sbagliato. Perché il potere stavolta è occupato dai soliti, ma molto laicamente, senza tirare in ballo i vescovi.

I preti, invece, sono rimasti all’antica, riconoscono le ingiustizie quando le vedono e parlano di diseguaglianze sociali, venendo scambiati per comunisti dai nuovi elettori del blocco dominante.

Io credo che sia un cambiamento sostanziale questo affrancamento del potere da un punto di vista etico sulla realtà.

Annunci